Con l’arrivo della bella stagione arrivano anche le allergie stagionali. Naso che cola, starnuti continui e occhi gonfi possono rendere problematiche le giornate dei soggetti allergici.

COSA É LA RINITE ALLERGICA?

La rinite allergica, spesso chiamata anche “raffreddore da fieno” è caratterizzata da una infiammazione delle mucose nasali scatenata dall’esposizione a una sostanza (allergene) a cui il sistema immunitario delle persone allergiche reagisce in modo improprio. In altre parole, il sistema immunitario di alcuni individui risponde esageratamente a sostanze che in genere sono innocue, considerandole al contrario dannose e producendo anticorpi specifici (IgE) per combatterle. Le IgE, a loro volta si legano ad altre cellule del sistema immunitario, i mastociti, che rilasciano grandi quantità di istamina, sostanza che provoca la dilatazione dei capillari arteriosi, induce la secrezione di muco acquoso, stimola le terminazioni nervose provocando la sensazione di prurito e gli starnuti, infine richiama nei tessuti il plasma sanguigno che provoca così l’edema della parte interessata.

SINTOMI

I sintomi della rinite allergica sono simili a quelli del comune raffreddore.

  • starnuti
  • prurito al naso e agli occhi
  • occhi rossi e lacrimazione
  • produzione di muco
  • congestione nasale

In alcuni casi i sintomi possono essere più gravi e causare disturbi del sonno e difficoltà a respirare.

QUALCHE CONSIGLIO PER RIDURRE I SINTOMI DELL’ALLERGIA

Le persone che soffrono di allergia possono adottare piccoli accorgimenti per ridurne i sintomi, cercando di evitare o ridurre il contatto con gli allergeni. È preferibile, ad esempio, evitare le zone di campagna, soprattutto durante le giornate molte ventose. Al rientro a casa, dopo una giornata all’aperto, fare subito una doccia e cambiarsi i vestiti, in modo da rimuovere tutti gli allergeni rimasti sui vestiti e sulla pelle. È buona norma sciacquarsi spesso il viso e fare lavaggi nasali.

Sia in casa che in macchina è utile utilizzare condizionatori che filtrano l’aria dall’esterno, accertandosi ovviamente che i filtri siano puliti.

fonte: BioDue SpA – Fitopreparatori Italiani